Comune di Filattiera

Filattiera è situata nell’alta Lunigiana, sulla sponda sinistra del fiume Magra, in una zona collinare sovrastata dalle montagne dell’Appennino Tosco-Emiliano.


Descrizione

Il borgo di Filattiera ha una storia ricca e affascinante che abbraccia diverse epoche e civiltà. Il suo nome trae origine dalla presenza di torri di guardia bizantine, costruite per proteggere strategici punti del territorio durante le guerre contro i longobardi. Questa eredità greca è evidente nel nome stesso, che richiama l'antico termine utilizzato dai bizantini per indicare tali torri. L'area di Filattiera ha ospitato insediamenti di popolazioni antiche, come dimostrato dalla scoperta di sette Statue Stele nelle vicinanze della Pieve di Santo Stefano di Sorano e da numerosi reperti risalenti all'età del ferro. Durante il periodo romano, l'insediamento si trovava nella pianura, e la costruzione della Via Aemilia Scauri nel 109 a.C. favorì lo sviluppo della zona, collegando il porto romano di Luni alla valle Padana. La Via Aemilia Scauri divenne poi nota come Strada della Cisa durante il Medioevo, frequentata dai pellegrini in viaggio verso mete religiose. La Pieve di Sorano risale all'epoca della conquista longobarda, mentre l'antico castello di San Giorgio, situato sulla collina dove oggi sorge il borgo antico, fu costruito solo nell'alto Medioevo e oggi ne rimangono una torre e una chiesa. Il borgo di Filattiera come lo conosciamo oggi ha iniziato a svilupparsi tra il X e l'XI secolo. Durante il XII secolo, la famiglia Malaspina assunse il controllo della regione e, nel 1221, con la divisione del feudo tra Obizzino e Corrado Malaspina, Filattiera divenne il capoluogo del Feudo Malaspina dello Spino Fiorito, situato sulla sponda sinistra del fiume Magra (esclusa Villafranca). Questo ha segnato un periodo di prosperità per Filattiera sotto il dominio dei Malaspina. Tuttavia, con l'arrivo di Napoleone, i feudi Malaspiniani iniziarono a declinare, e nel 1847 Filattiera divenne parte degli Stati Parmensi. Oggi, Filattiera è un affascinante borgo che conserva il suo carattere medievale e ospita ancora una comunità vivace e una serie di attività commerciali. Il borgo antico è ben conservato, con strade lastricate e case in pietra che evocano un'atmosfera di un tempo passato. Una passeggiata attraverso le sue stradine vi porterà indietro nel tempo, consentendovi di immergervi nella storia e nella bellezza di Filattiera.

Servizi offerti

Modalità di accesso

Accesso consentito a tutti.

Indirizzo

Via Borgo S. Maria, 7 – 54023 Filattiera (MS) 54023

Contatti

Centralino

T +39 0187.457349

Ulteriori informazioni

Come raggiungere il Borgo di Filattiera

Per raggiungere il pittoresco borgo medievale di Filattiera da Pontremoli o da Villafranca, seguire la segnaletica lungo la strada provinciale. Una volta giunti a Filattiera, sarà necessario abbandonare la strada provinciale e seguire lo svincolo che conduce verso il borgo medievale indicato come "centro".

Una volta imboccata la strada che si inerpica verso il borgo medievale, noterete il castello che si erge maestoso di fronte a voi. Potrete parcheggiare l'auto in questa zona. Dopo aver parcheggiato, sarà necessario proseguire a piedi per circa 50 metri lungo la strada che conduce alla piazza principale del borgo medievale.

Da questa piazza, potrete iniziare la vostra esplorazione del suggestivo borgo di Filattiera, con le sue strade lastricate, le case in pietra e l'atmosfera intrisa di storia. Sarà un'esperienza indimenticabile che vi permetterà di immergervi completamente nella bellezza e nell'atmosfera di questo antico borgo medievale.

Pagina aggiornata il 30/05/2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri